« Questa felicità non ha ancora del tutto abbandonato Napoli. Le abbaglianti strade bianche conducono a Posillipo, e la veduta che si apre sulle forme vulcaniche del capo Miseno e dei Campi Flegrei si fondono col sapore della polvere sottile e dell’umidità amaro-salata del vento del mare »

così lo scrittore russo Pavel Pavlovic Muratov parlava di Posillipo.

E in effetti Posillipo è una delle zone di Napoli più belle e celebri, sia perchè ricchissima di luoghi d’interesse culturale, sia per le bellezze che si possono ammirare dalla collina su cui è collocato questo quartiere, sia perchè è protagonista di una nota soap di Rai3 Un posto al Sole.

Posillipo infatti, più che una zona di Napoli, è un vero e proprio quartiere residenziale: posto su di una zona collinare, permette di affacciarsi su un panorama mozzafiato che abbraccia tutto il Golfo di Napoli. Forse per questo è stato scelto il nome greco Pausilypon che  significa «tregua dal pericolo» o «che fa cessare il dolore», perchè affacciarsi da Posillipo significa godere di una vista davvero speciale.

Nonostante la distruzione portata dalla Seconda Guerra Mondiale, Posillipo ha conservato molti dei suoi edifici storici, entrati ormai a far parte dell’immaginario collettivo come veri e propri simboli di questa zona di Napoli.

Tra questi annoveriamo la celebre Villa Imperiale di Pausilypon, dalla quale si può ammirare un panorama unico, così come il particolarissimo Mausoleo Schilizzi, divenuto poi monumento ai caduti delle due guerre mondiali.

Sempre a Posillipo poi, si può ammirare il Parco Virgiliano e numerose importanti ville sul mare come Villa Rosebery, Villa Mazziotti, Villa Volpicelli (il famoso Palazzo Palladini della soap) e il bellissimo Palazzo Donn’Anna, senza dimenticare le numerose chiese come la Chiesa dell’Addolorata, la Chiesa di Sant’Antonio a Posillipo, la Chiesa di Santa Maria della Consolazione a Villanova, la Chiesa di Santa Maria del Faro e la Chiesa di Santo Strato.

Tra i numerosi luoghi di interesse culturale però, a Posillipo si possono trovare anche il Tempio della Gaiola (qui si trova anche il Parco sommerso di Gaiola) così come la celebre Baia di Trentaremi e il porticciolo di Marechiaro, tutti luoghi che sono di spiccato interesse perchè rappresentano una grande ricchezza archeologica ed ambientale.

Insomma, Posillipo è sicuramente un luogo da visitare tanto che persino il celebre scrittore inglese Oscar Wilde vi soggiornò nel lontano 1897.

  Palazzo Donn’Anna a Posillipo.

 

 

 

About the Author

Related Posts

Dino Park, il Parco dei Dinosauri, si trova a San Lorenzello, nel Sannio beneventano e precisamente...

C’è un alone di magia che circonda ogni Faro e quello che domina il Golfo di Pozzuoli da Capo Miseno...

A pochi passi dalla splendida Paestum, inserita all’interno del Parco Nazionale del Cilento e...

Leave a Reply