Le leggende sui Faraglioni della Baia tra Salerno e Vietri

Ci sono due diverse leggende che raccontano dei due faraglioni nella baia tra Salerno e Vietri.

Secondo la prima, i due faraglioni sono detti i due fratelli: La leggenda vuole che siano due cavalieri, uno cristiano (il salernitano Umfredo) ed uno arabo (Rajan), che durante una battaglia, ai tempi del principe longobardo Gualferio nel IX secolo, duellarono fino alla morte; ormai in fin di vita si accorsero di essere fratelli, giacché uno dei due era stato rapito da bambino.

La seconda leggenda, invece, narra che vicino alla spiaggia di Vietri sul Mare, il dio del mare Poseidone pose due superbi scogli, per testimoniare il coraggio di due fratelli pastori sacrificati per salvare una ragazza dal furore delle onde.

In base alla storia leggendaria, un giorno in riva al mare i due fratelli, mentre custodivano il proprio gregge di pecore, restarono incantati dalla bellezza di una fanciulla che, facendosi cullare dalle onde, nuotava lì dinanzi. All’improvviso il mare si agitò e i due si gettarono con ardore per salvarla dalla tempesta e perfino le pecorelle li seguirono, ma invano: tutti finirono per annegare. Il re del mare  non riuscì a salvarli, ma colpito da tanto altruismo, li trasformò in due scogli che da allora son chiamati I due Fratelli, e gli scogli piccolini sono ancora detti Le pecorelle.

About the Author

Related Posts

Dino Park, il Parco dei Dinosauri, si trova a San Lorenzello, nel Sannio beneventano e precisamente...

C’è un alone di magia che circonda ogni Faro e quello che domina il Golfo di Pozzuoli da Capo Miseno...

A pochi passi dalla splendida Paestum, inserita all’interno del Parco Nazionale del Cilento e...

Leave a Reply