Maiori è una delle tante perle che impreziosiscono la Costiera Amalfitana.

Una perle incastonata tra il mare e i monti, tra la numerose spiagge che la caratterizzano, di cui una di origine vulcanica che è anche la più lunga dell’intera Costiera, e i monti Lattari.

Non si fa mancare niente Maiori: né calette sorprendenti come la Spiaggia di Glauco, Capo d’Orso o Cala Bellavia, né grotte magiche come la celebre Grotta di Pandora, né torrenti confluenti come il Reginna Major.

La leggenda, narrata dallo scrittore latino Plinio, vuole che Maiori discenda dalla dea Maia, “colei che porta crescita” o “colei che è grande”. Leggenda o no, di sicuro Maiori oltre ad una storia complessa e antica vanta anche innumerevoli punti di interesse storico e artistico di carattere religioso, ma anche militare.

Oltre alle numerose chiese vi è infatti il celebre Castello di San Nicola de Thoro-Plano.

Il Castello di San Nicola de Thoro-Plano è un’architettura militare risalente al IX secolo e sorge sulla sommità del colle che domina le contrade Accola e Carpineto.

Al momento della sua costruzione in realtà il castello non era stato concepito come dimora protetta, bensì come fortezza costruita con la funzione di rifugio per la popolazione messa in fuga dalle numerose scorrerie dei predoni longobardi e, in seguito, dei pirati barbareschi che avvenivano all’epoca.

Secondo alcune fonti il Castello fu iniziato nell’840, dopo la morte di Sicardo (duca longobardo di Benevento), intorno a un’antica chiesa dedicata a San Nicola de Thoro-Plano. L’edificio così come noi oggi lo vediamo però fu fatto restaurare e ampliare dai dai duchi Piccolomini nel 1461.

All’interno del Castello si trova un’antica chiesa a tre navate con annesso campanile dedicata proprio a San Nicola de Thoro-Plano, un antico poggio che corrisponde alla zona vicina alle contrade “Campo” e “Paie”.

In più il Castello ospita caserme e ricoveri, ma anche magazzini e cisterne. La sua costruzione è rimasta pressochè quella degli inizi, compreso il vasto perimetro di 550mt e le nove torri che svettano per circa 8mt d’altezza.

Una parte del Castello di San Nicola de Thoro-Plano.

About the Author

Related Posts

La Basilica della Madonna delle Grazie a Benevento fu iniziata nel 1839, anche se la costruzione...

Sono davvero numerosi i borghi di assoluta bellezza che caratterizzano la Costiera Amalfitana e la...

Salerno è indubbiamente una delle città più conosciute e famose della Campania, citata spesso e...

Leave a Reply