A Gesualdo, il ciclo di pitture dell’artista contemporanea francese Kathy Toma

Nella Chiesa di San Rocco a Gesualdo il catino absidale è affrescato con un ciclo di pitture dell’artista contemporanea francese Kathy Toma.

Nell’autunno del 1998, Kathy Toma volle conoscere il paese dove Carlo Gesualdo era vissuto.

“Camminare sulla terra del grande musicista, pensare che lui aveva visto gli stessi paesaggi e sfiorate le stesse pietre… Che aveva pregato e implorato il perdono tra le mura dell’imponente castello che domina l’abitato… dove egli aveva composto la maggior parte delle sue opere” suscitò nell’artista un insieme di delicate sensazioni e di particolari stati d’animo che la portarono a desiderare di lasciare un suo ricordo, a testimonianza dei suoi sentimenti di ammirazione e di gratitudine. Decise, così, su proposta della Confraternita, di decorare la volta della Chiesa di Maria SS. Addolorata con un ciclo di pitture, da valere come canto di preghiera, inno alla fede e messaggio proiettato nel futuro.

L’opera, riportata in sette pannelli è stata realizzata, con entusiasmo e passione, a Parigi, nell’arco di diversi mesi.

Il suo impianto rappresentativo si muove tra luoghi reali e luoghi sognati, tra tradizione e modernità, riallacciando fili di trame dimenticate e poi ritrovate dall’artista nella sua storia umana e spirituale.

 Vela di sinistra, la Madonna con il volto afflitto e penoso come quello dell’Addolorata a cui è dedicata la Chiesa.

Le tele sono animate da figure cariche di notevole forza espressiva e di grande effetto emotivo. Esse si muovono e riempiono gli spazi per significare la tragicità del dolore umano, il senso dell’arte e il valore della preghiera, la caducità del tempo e la gloria del Signore. La padronanza dei colori consente all’artista di esprimere la ricca articolazione del suo vitalissimo mondo interiore con l’uso di una scala cromatica caratterizzata da gradevoli tonalità e tenera armonia.

   Pannello di destra, dedicato a Carlo Gesualdo, principe dei musici.

About the Author

Related Posts

La Chiesa di S. Maria della Misericordia a Pignataro Maggiore fu costruita nel 1757. I lavori...

Non tutti sanno della profonda vocazione artistica di Rione Sanità: molti conoscono questo...

La Basilica della Madonna delle Grazie a Benevento fu iniziata nel 1839, anche se la costruzione...

Leave a Reply