Ciliegia maiatica di Taurasi

La Maiatica di Taurasi è tipica della valle dell’Agro Taurasino, con frutti di grandezza media, dalla buccia di colore rosso più intenso alla base e dal lato esposto al sole, caratterizzato da una polpa, morbida e molto succosa. Appartiene alla varietà della Recca e viene raccolta a fine maggio o al massimo nella prima quindicina di giugno.

Questo frutto viene inoltre utilizzato per la preparazione di torte, confetture, sciroppi, succhi, canditi, salse, sorbetti, mostarde e anche di liquori (cherry brandy, kirsch e altri). E’ una coltura che si adatta a differenti condizioni pedoclimatiche, sebbene siano da evitarsi aree con frequenti piogge durante il periodo di maturazione e di raccolta, poiché i frutti, soprattutto di alcune varietà, si danneggiano facilmente.

Nel Sud d’Italia le cultivar più importanti sono quelle a maturazione precoce, mentre nel Nord sono quelle tendenti a tarda maturazione. Le ciliegie devono essere raccolte nell’esatto momento di maturazione ed in ottime condizioni, e subito conservate a temperatura non superiore a 8-12°C.

La ciliegia contiene buone quantità di fibre, potassio, calcio, fosforo e vitamine A e C. E’ ricca di zuccheri pur non essendo molto calorica. Inoltre è ricca di flavonoidi utili contro i radicali liberi. Ha azione diuretica e antiurica poiché i suoi principi attivi trasformano l’acido urico in acido ippurico il quale viene poi facilmente eliminato per via naturale. E’ indicata nella cura di artriti, arteriosclerosi, disturbi renali e gotta.

About the Author

Related Posts

La costiera amalfitana è un luogo unico nel suo genere, per il paesaggio incantevole e per la sua...

Le zeppole sono un dolce tipico dell’Italia meridionale. Si tratta di deliziose frittelle ripiene...

La dieta mediterranea è ormai conosciuta e rinomata in tutto il mondo, oltre che essere presa a...

Leave a Reply