Il liquore Concerto è uno dei rosoli più antichi della Costiera Amalfitana. Per tradizione è attribuito all’inventiva dei Monaci del Convento di San Francesco di Tramonti. I monaci e le suore di un tempo, infatti, erano gli unici a possedere un vero e proprio laboratorio di farmacia; raccoglievano e coltivavano fiori in montagna e nei boschi e ne sperimentavano le proprietà benefiche. Di conseguenza, nascevano particolari liquori e vini speziati e aromatizzati.

Il liquore Concerto ha un colore scuro come il caffè ed una gradazione alcolica di circa 30°; è anche un ottimo digestivo.  Si ottiene facendo macerare per circa 40 giorni una miscela di 15 spezie: la liquirizia, il finocchietto, i chiodi di garofano, la noce moscata, la cannella, la stella alpina ed altre tipiche della macchia mediterranea.

La ricetta prevede, dopo l’imbottigliatura, un periodo di maturazione di almeno due mesi prima del consumo. Una procedura, dunque, che conserva ancora intatto il suo fascino e il gusto inconfondibile che delizia il palato.

Salernoturismo è riuscito ad avere dalla signora Mariantonia Fierro, originaria di Tramonti, la ricetta originale trascritta su un foglio ingiallito. La ricetta, appartenuta alla madre, è stata donata dagli stessi monaci.

About the Author

Related Posts

La costiera amalfitana è un luogo unico nel suo genere, per il paesaggio incantevole e per la sua...

Le zeppole sono un dolce tipico dell’Italia meridionale. Si tratta di deliziose frittelle ripiene...

La dieta mediterranea è ormai conosciuta e rinomata in tutto il mondo, oltre che essere presa a...

Leave a Reply